domenica 22 settembre 2013

Quel ladro bastardo… II


Sentite questo dialogo venerdi a colazione e poi sarete d’accordo con me che Cesare Beccaria ha scritto una marea di cazzate.

Patatina Minore: “Mamma dov’è il nottro passeggino?”
Patatina Maggiore” Sì mamma, dov’è ?”
Genia: “E’ venuto un signore e l’ha preso per portarlo a un bambino molto povero, che non ce l'aveva...”
Patatina Maggiore “Meno male…”
Patatina Minore: “Mi posso vettire da principessa peandare allasilo?”
Porco: “@@££$%%%//(/))!!!!!”
Genia:“Stasera andiamo al mare e portiamo a casa l’altro passeggino e lo teniamo in casa”
Patatina Maggiore: “Si si, almeno non ce lo rubano!”
Patatina Minore: “Guadda! guadda! sembo Rapunze”
Genia. Un'altra galassia.
Patagata. Sempre sul pezzo.

4 commenti:

  1. Il bambino molto povero, col ricavato della vendita del passeggino/refurtiva, si sarà comprato una dose di una qualsiasi droga (escluso forse il peyote, più difficile da reperire)


    Che brutto mondo, Suara, dove andremo a finire?



    RispondiElimina
    Risposte
    1. era pure usato da quattro anni con i buchi.
      l'avrà venduto a 10 euro

      Elimina
  2. il Porco porcheggiava per il passeggino o perché la Patagata voleva vestirsi da principessa per andare all'asilo, non si evince con chiarezza dal racconto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per Agata principessa ho sclerato stanotte alle 4

      Elimina