lunedì 9 settembre 2013

Ciaina grls

Un paio di settimane dopo mi chiama una ragazza alle 10 di sera e dice qualcosa in una lingua sconosciuta di cui capisco le parole ”casa, affitto, signole”. Non capendo niente rispondo: “ no guardi, la casa l’ho già affittata”.
“no no padlone di casa”
“eh????”
“tu mio padlone di casa”
“Ahhhhh…..ho capito!!!  Sei la ragazza che lavora per She Tou Ming [il tizio cinese del  contratto di affitto; il nome è di pura invenzione e significa Luminosa Testa di Serpente] ”
Inizia a parlare in cinese e italiano e capisco “dito incastrato anello rubinetto togliere dito”
“Ti si è incastrato un dito in un anello del rubinetto e non riesci a sfilarlo”
“ Sì”
“Arrivo subito”, preoccupato, prendo la cassetta degli attrezzi, la macchina e vado immediatamente alla casa. Durante il viaggio, le telefono di nuovo perché non riuscivo a capire in quale rubinetto si potesse essere incastrato un dito. Dopo una conversazione eterna, capisco che ad uno dei ragazzi che abita si è incastrato un anello in un dito (anello normalissimo) e che aveva cercato di toglierlo con l’acqua del rubinetto.
“ma perché chiamate me?”
“She Tou non c’è e non conosciamo nessuno”. Cazzo. Porcocazzo. Sempre a me mi tocca.
Come arrivo a casa provo a tagliare l’anello con un tronchesino, ma l’anello era troppo spesso e la sega per ferro l’avevo lasciata a casa.
Allora li porto al pronto soccorso: lui (che parla in cinese), lei (che traduce dal cinese all’italocinese) e l’altro (io che traduco all’infermiere dall’italocinese in italiano corrente).
Così dopo un po' il tizio entra in sala per la rimozione dell’anello.
Intanto io mi faccio con la ragazza una bella chiacchierata in italo cinese, poi disegniamo gli ideogrammi, lei mi racconta la sua vita, che è in Italia da 4 anni e che fa la cassiera al negozio di vestiti della Testa di Serpente poi lei mi chiede se poteva far togliere al tizio anellato anche le unghie incarnate, le spiego che non funziona così …
Dopo un po' esce il tizio con il dito tutto insanguinato, incazzato nero con l’anello completamente integro in mano
Questi del pronto soccorso gli hanno infilato due uncini tra il dito e l’anello e l’hanno strappato via.
Lui dice che avrebbe preferito farselo togliere da me.
L’anello, non il dito.
Li ho accompagnati a casa, mi hanno ringraziato per l’intero viaggio.
Ora mi chiamano Shen (Signore, Dio) Ming (Luminoso) Zhu (Porco).
Attenzione alla combinazione delle parole altrimenti sembra una bestemmia.

11 commenti:

  1. Risposte
    1. anche loro mi hanno detto "Glazie glazie polco"

      Elimina
  2. avevi provato col detersivo liquido?
    i cinesi del piano di sotto nell'ordine hanno pensato:
    1) che potessi aggiustare loro lo scarico del lavandino della cucina
    2) ridare l'acqua anche se non avevano pagato le bollette e gliel'avevano tolta
    3)risolvere un problema col vecchio boiler

    hanno una alta considerazione di noi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. strappare via l'anello ce la facevo anch'io!!!
      quando mi si era incastrato un anello al dito me lo ero tagliato con un tronchesino
      per questo mi serviva una sega per metallo che purtroppo avevo lasciato a casa

      Elimina
  3. Un aneddoto niente male.
    Da fare invidia all'epoca di Giastin! ;)

    RispondiElimina
  4. ......e nessuno ha pensato al burro!
    Marlon Brando egregiamente se ne è servito nel suo Ultimo Tango A Parigi, a risolvere un problema di ben più vaste proporzioni!


    «Voglio dirti solo una parola, ragazza. Solo una parola».
    «Sì, signole».
    «Mi ascolti?».
    «Sì, signole».
    «Burro».
    Pausa.
    «Cledo di non avele capito, signole».
    «Burro, ragazza. La soluzione è nel burro»
    (dialogo riveduto e corretto da Il Laureato)

    E i miei complimenti, senza riserve, al Molto Onorevole Shen Ming Zhu :)))))



    RispondiElimina
    Risposte
    1. complimenti di che??? :-)
      una serata al pronto soccorso mi sono passato!!!
      a tradurre dall'italocinese, a fare ideogrammi.
      'sta ragazza è arrivata in italia a 16 anni ne ha 20 e non parla ancora l'italiano.

      Elimina
    2. I complimenti sono per il racconto, anzi, ti chiedo scusa per il commento che ora trovo inopportuno, ma non avevo capito fosse accaduto davvero, (come se avessi assistito alle sequenze di un film, divertendomi pure :) e, soprattutto, per il tuo altruismo.

      Elimina
    3. amaranta, sono felicissimo che mi leggi, e vanno benissimo tutti i tuoi commenti,
      :-)

      Elimina