lunedì 12 giugno 2017

Tapasciata collinare.

Lo scrivo, perché scrivendolo forse mi schiarisco le idee. Ieri sono andato a fare una corsa, una delle solite "tapasciate", cioè le gare non competitive di corsa, che costano 2 euro, che hanno il vino bianco e il salame ai ristori, che hanno una lunga tradizione, alcune di esse.
Questa era un 20 km collinare nei pressi di Montecchio (a Vicenza), sui colli Berici, in mezzo ai boschi.
D'accordo, faceva caldissimo, ero poco allenato, mi faceva male il ginocchio: cioè le scuse c'erano tutte: quando sono arrivato al bivio dove dovevo scegliere il percorso da 20 km o da 15, ho girato a destra e ho scelto quello più corto. 
E' una cosa che non avrei mai fatto. boh.





5 commenti:

  1. Si diventa saggi invecchiando, porco

    RispondiElimina
  2. Ti ho mai raccontato di quando, durante una...diciamo pure unica tapasciata, mi sono persa?
    Non so come sia successo, so che volevo fare la 6km e ho fatto quasi la 12km.
    Stavano mandando i cani a cercarci...
    Al tipo che mi ha chiesto "avete visto una con un sarciufolo sulla maglietta?"
    Ho risposto "No!" E ho continuato.
    Fino a quando non ho sentito urale "cazzo, ma sei tu!"
    Oh, la maglietta non era mia, me l'avevano prestata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-D la diamo alla Amanda e ci fa un racconto

      Elimina
  3. io mi sarei iscritta solo per il vino e pane-e-salame

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non scherzo: hanno lo spritz al ristoro

      Elimina